Coniglio Nano: come tenerlo?

Sono in molti quelli che hanno come animale da compagnia un coniglio nano. I bambini, così come gli adulti, lo adorano per quel suo aspetto da eterno cucciolo e per il suo modo particolare di camminare. Educate i vostri bambini al rispetto per gli amici a quattro zampe e insegnate loro che questi animaletti hanno bisogno dei loro spazi e di non essere disturbati quando si mostrano insofferenti alle coccole. I conigli nani hanno un carattere più paragonabile a quello del gatto che a quello del cane. Se qualcosa non gli va a genio si ribellano e non amano particolarmente essere infastiditi sia mentre mangiano sia mentre riposano tranquillamente. La dolcezza del loro aspetto non corrisponde alla docilità di carattere ed è indispensabile non infastidirli quando mostrano segni di insofferenza evidenti.

Se decidete di accogliere in casa vostra un coniglio nano, tenente in considerazione il fatto che non potrete chiuderlo in gabbia. Questi animaletti hanno bisogno di muoversi molto per rimanere in buona salute. In natura il coniglio scava buche sotto terra e se ne va in giro tutto il giorno a smangiucchiare e a esplorare il territorio. La gabbia non solo lo deprime rendendolo apatico ma una lunga permanenza dietro le sbarre può influire pesantemente sul suo sistema nervoso. I conigli nani possono abitare all’interno della casa proprio come un qualsiasi altro membro della famiglia avendo accesso a tutte le stanze alla stregua di un gatto. Per evitare di sorvegliarlo a vista è necessario mettere in pratica alcuni accorgimenti pratici. Eliminate dalla sua portata tutti i cavi elettrici perché ai suoi occhi sono irresistibili e inevitabilmente andrà a rosicchiarli. Voi non vedrete più il televisore e nemmeno accenderete il pc e il povero coniglietto nano potrebbe rimanere gravemente ferito a seguito di una scarica elettrica. Sistemate in un angolo una lettiera e mantenetela sempre pulita. Il coniglio nano non sporca in giro come molti sono portati a credere ma è abitudinario e ogni volta che avrà bisogno di assolvere alle sue funzioni corporali, si dirigerà saltellando verso la sua personale toilette.

Il coniglio nano domestico, così come quelli selvatico, è un roditore e come tale rosicchia qualsiasi cosa sia a portata dei suoi denti. Non è un dispetto che fa a voi per complicarvi l’esistenza ma è una necessità fisiologica. Se non rosicchiasse legno o altro materiale duro, i suoi denti crescerebbero a dismisura provocandogli patologie serie e difficili da risolvere anche a livello medico. Se avete uno o più conigli nani in casa mettete in conto il fatto che potrebbero anche assaggiarvi la mobilia, i gambi del tavolo di sala e quelli delle sedie di cucina. Per evitare perlomeno che i erodano di continuo, disponete in diversi luoghi della casa dei ceppi di legno, listelli e altro materiale di tipo naturale. In questo modo il simpatico animaletto potrebbe lasciar perdere i legni verniciati dal sapore peraltro nauseabondo, scegliendo gli oggetti che avete messo a sua disposizione.

admin